Didattica

Riparte il laboratorio De Voz en Voz

di Mimma Mercurio per la webradio La voce del tango

PUBBLICATO IL 10 Settembre 2021

Il 22 settembre riparte Il Laboratorio Raccontango De Voz en Voz  curato da Mimma Mercurio con il patrocinio di Faitango. Dopoil successo della versione “pilota” di quest' estate il corso di lettura drammatizzata finalizzato alla produzione di contenuti per la Webradio di Faitango La voce del Tango si amplia e si pone nuovi obiettivi formativi. [video width="576" height="480" mp4="https://tangoygotan.faitango.it/wp-content/uploads/2021/09/WhatsApp-Video-2021-08-30-at-15.12.59-1.mp4"][/video] <<Partecipare al laboratorio radiofonico “De voz en voz” per me è stata un’esperienza coinvolgente - commenta così la sua partecipazione l’allieva Berta B. - ho avuto l'impressione di partecipare ad un progetto culturale di alto livello; gli argomenti di entrambe le puntate andate in…

<<Partecipare al laboratorio radiofonico “De voz en voz” per me è stata un’esperienza coinvolgente – commenta così la sua partecipazione l’allieva Berta B. – ho avuto l’impressione di partecipare ad un progetto culturale di alto livello; gli argomenti di entrambe le puntate andate in onda sulla Webradio di Faitango fornivano importanti spunti di discussione su temi sociali. Mi sono emozionata ad ascoltare le registrazioni dedicate ai due brani di Piazzolla “Ballada para un loco” e “Libertango” e mi ha fatto capire che la Webradio può essere un mezzo molto utile per la divulgazione della cultura radiofonica nel mondo!>>.

Il laboratorio come nella sua prima versione estiva si pone l’obiettivo di creare contenuti radiofonici reinterpretando alcune storie di tango. << Un modo per esprimere sé stessi con la voce, un’opportunità di entrare ancora più a fondo nell’universo tanguero conoscendone sfumature, testi, aneddoti, brani nelle più disparate versioni, un modo – come ricorda Mimma Mercurio impegnata da anni in progetti che uniscono teatro e tango – per fare ascoltare, conoscere apprezzare il nostro amato tango>> .

Il progetto de Voz en Voz di Mimma Mercurio e la collaborazione con la webradio La Voce del Tango si protrarrà per tutto l’anno, ogni mercoledì gli allievi si metteranno alla prova con nuovi brani da reinterpretare e produrranno le registrazioni per le puntate che andranno in onda sulla WEBRADIO LA VOCE DEL TANGO

Anche l’allieva Imma P. è contenta della sua esperienza <<La ricerca, lo studio e l’ascolto dei brani di Piazzolla-Ferrer hanno suscitato in me forti emozioni, come da tempo non provavo. Ho sentito nuovamente l’energia giovanile, la libertà di pensiero, troppo spesso offuscata dalle convenzioni, e la voglia irrefrenabile di ballare spensierata. Commentare i brani, attraverso la webradio Faitango ha permesso la piacevole condivisione con gli ascoltatori>>.

In attesa quindi di ascoltare la prima puntata auguriamo buon lavoro e buon divertimento a tutti i partecipanti.

 

Per informazioni ed  iscrizioni al laboratorio scrivere a: mimmamercurio@meditango.com

-->
Pubblicato in Cultura argentina, Didattica, FAItango Taggato con: , , , , , , , ,

Tango Traffico

Intervista a Daniel Montaño

PUBBLICATO IL 11 Febbraio 2021

Intervista a Daniel Montaño autore del programma Tv online Tango Traffico Sei nato in Argentina e approdato a Roma.  Hai riscontrato differenze nel tuo modo di vivere il tango in Argentina e in Italia? Qui in Italia il tango è in una fase “giovane”, prevale moltissimo la componente ballata e quella sportiva. In Argentina viviamo il Tango in modo differente, per noi è soprattutto socializzazione, è predominante la sua componente culturale, per questo la definirei una versione più matura del tango. In Italia c’è tanta passione e vivacità, una sorta di fase adolescenziale e giovanile del tango, in Argentina invece ho…
Pubblicato in Cultura argentina, Didattica, FAItango, Interviste, MULTIMEDIA, News, Personaggi Taggato con: , , , , , , ,

Il tango nella scuola

Nuova frontiera nella prevenzione della violenza

PUBBLICATO IL 28 Gennaio 2021

Intervista a Anna Marzi. Insegnante e formatrice, hai portato avanti un importante progetto legato al tango nelle scuole superiori. Un’esperienza formativa per i ragazzi, nella quale il tango diviene strumento didattico e di prevenzione dei comportamenti antisociali, del bullismo e della violenza in generale. Raccontaci come il Tango ha cambiato la tua vita e come può contribuire a cambiare la vita degli Altri. Il mio incontro con il Tango è stato occasionale quando mi trovavo a Buenos Aires all'incirca venticinque anni fa, è stata una sorta di illuminazione. Tornai a casa turbata, il tango mi aveva colpito subito interiormente e ho capito che era la…
Pubblicato in Didattica, Interviste Taggato con: , , , , , , , , , , ,

Mi Noche Triste

Un tango per la quarantena

PUBBLICATO IL 9 Giugno 2020

Mi Noche Triste: un tango per la quarantena nasce all’interno del corso di culture ispanofone dell’Università Statale di Milano, di cui è titolare Irina Bajini, che quest’anno ha dedicato al tango nella letteratura argentina un ampio spazio, curato da Monica Maria Fumagalli. Dovendo affrontare la nuova situazione della didattica a distanza, le due docenti hanno fatto di necessità virtù, intervenendo sempre l'una alle lezioni dell’altra e coinvolgendo anche due autori argentini: Rafael Flores Montenegro e Cucurto. Il progetto del video è nato da una coinvolgente lezione su Carlos Gardel e sulla nascita del tango-canción con Mi noche triste, che descrive…
Pubblicato in Cultura argentina, Didattica, News, Opinioni, Video Taggato con: , , , , , , , ,

Dalla guardia vieja alla guardia nueva

Appunti sul tango argentino

PUBBLICATO IL 9 Aprile 2020

Le due Guardias Scrive Horacio Ferrer: «Con buen grado de aproximación, puede decirse que, cronológicmnente, la Guardia Vieja se extiende desde 1880 a 1920.» [1] e ancora «Los restantes cuarenta anos, es decir, desde 1920 a 1960, pertenecen al dominio de la Guardia Nueva.» [2]. Questa cronologia è stata successivamente approfondita da Ferrer [3]: 1880 – 1895 – La génesis. La prehistoria. La Guardia Vieja 1895 – 1910 – La eclosión. 1910 – 1925 – La formalización. La Guardia Nueva 1925 – 1940 – La transformación. 1940 – 1955 – La exaltación. 1955 – 1970 – La modernización. La vanguardia.…
Pubblicato in Cultura argentina, Didattica, Musica, STORIA Taggato con: , , , , , , , , , , , , , ,

Il tango all’Università

degli Studi di Milano

PUBBLICATO IL 17 Febbraio 2020

MILANO - Da mercoledì 19 febbraio, il tango arriva all’Università degli Studi di Milano, Dipartimento di Scienze della Mediazione Linguistica e di Studi Interculturali con un corso monografico, che sarà materia d’esame, dal titolo “Il Tango nella cultura e nella letteratura argentina moderna e contemporanea”. Il corso sarà curato e condotto da Monica Maria Fumagalli, docente a contratto dell’Università degli Studi che da anni studia e diffonde questo aspetto della cultura del Tango. Dopo aver partecipato a diversi Convegni ed essere stata invitata da alcune Università in modo occasionale, condurrà per la prima un corso completo dedicato alla letteratura del…
Pubblicato in Cultura argentina, Didattica Taggato con: , ,

Selezionati i musicisti per il corso di Interpretazione e prassi stilistica del Tango

Le attività inizieranno il prossimo 2 dicembre

PUBBLICATO IL 16 Novembre 2017

Sabato 4 novembre, presso il conservatorio “Luisa D’Annunzio” di Pescara si sono svolte, come previsto, le audizioni per l’ammissione al corso biennale di “Interpretazione e prassi stilistica del Tango”, il primo corso in Italia con lo scopo di formare i musicisti che desiderano avvicinarsi al tango. A formare la commissione presieduta dal maestro Gianni Iorio,  i professori Roberto Della Vecchia, docente di teoria ritmica e percezione musicale, e Mario Pace, docente di violino, entrambi rappresentanti dello stesso conservatorio. A sottoporsi all’audizione ventuno musicisti che hanno affrontato la prova con impegno, dando il loro meglio anche grazie ai membri della commissione…
Pubblicato in Didattica, FAItango Taggato con: ,

Nasce il corso di interpretazione e prassi stilistica del Tango

Il primo corso in Italia per i musicisti che desiderano avvicinarsi al tango

PUBBLICATO IL 30 Settembre 2017

Dalla seconda metà degli anni Novanta il tango ha iniziato a diffondersi, fino all’attuale esplosione che sembra non arrestarsi. Proprio per comprendere questo successo, è bene non dimenticare che il fascino di questa danza prende piede soprattutto dalla sua musica e non sono pochi i casi in cui proprio l’incontro con la musica abbia poi spinto molti appassionati a dedicarsi alla pratica di questa disciplina. Il successo che il tango ha riscosso ha iniziato a far emergere la necessità di creare delle figure adeguatamente preparate dal punto di vista tecnico e in questo l’Italia, finalmente, si unirà al resto d’Europa…
Pubblicato in Didattica, FAItango Taggato con: , ,

Tango al buio

Parte il nuovo corso di tango al buio presso l'Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti

PUBBLICATO IL 18 Marzo 2017

[caption id="" align="alignleft" width="169"] Al Pacino balla il famoso tango al buio in "Scent of a woman" in cui interpreta Frank Slade, un ex ufficiale non vedente[/caption] di Piera Campestrini Buio: non solo inteso come assenza di luce ma come impossibilità di vedere. Al buio si presta più attenzione a quanto percepito dagli altri sensi. Quante cose si possono fare al buio!? A Trento ci hanno insegnato che, oltre a visitare percorsi, si può mangiare, si può sorseggiare qualcosa, si può assistere a spettacoli musicali. E guarda un po’, non poteva che nascere a Trento la “Milonga al buio”. Milonga,…
Pubblicato in Didattica, News Taggato con: , ,

Didattica tanguera secondo il meteo

PUBBLICATO IL 6 Gennaio 2016

Ammorbidire la rigidità dell’insegnamento, certamente necessaria e apprezzata, si può! Basta consultare il meteo o affidandosi a qualcuno meteoropatico! Così dolori pre-pioggia possano essere di grande ispirazione e guida all’insegnante:  Quindi nel caso di un mal di testa evitiamo di soffermarci sulla milonga con traspies per evitare il rimbalzo del ritorno,  mentre i dolori articolari alle spalle fanno abbassare le mani congiunte dei ballerini accettabile per una lezione di milonga lisa o di canyengue, ma per piacere non per il vals, nel quale si dovrebbe estendere leggermente di più le braccia per controllare meglio l’equilibrio tra centrifuga e centripeta.  Eventuali…
Pubblicato in Didattica